San Vito Lo Capo, situata a nord-est dell’isola,  è una delle spiagge più belle della Sicilia.

Elemento principale, indelebile nei ricordi del viaggiatore, è sicuramente la bianca spiaggia, quasi caraibica.

Fanno da cornice, a Ovest il Faro e ad Est il Monte Monaco, imponente promontorio che domina e protegge l’intera costa.

San Vito Lo Capo

San Vito Lo Capo

Ad arricchire il paesaggio la presenza di piccole case bianche che si inseriscono in una trama ordinata di viuzze.

Da menzionare l’antica piazza Santuario, che in estate ospita concerti ed eventi.

Via Savoia invece rappresenta, con i suoi negozi e locali, il centro economico della città.

A completare il quadro, una fitta rete di ristoranti e pub si distende lungo il litorale.

San Vito Lo Capo Di particolare pregio artistico è il Santuario che ospita la statua di San Vito Martire, protettore del paese, e la cappella dedicata a Santa Crescenzia.

San Vito Lo Capo Santuario San Vito Lo Capo - Cappella Santa Crescenzia
A pochi chilometri da San Vito Lo Capo è possibile ammirare la Riserva dello Zingaro e la Riserva di Monte Cofano:

sentieri, immersi nella natura, che si articolano in alto sulle colline e precipitano direttamente in mare.

Tali percorsi offrono piccoli approdi (le cale) ove è soffermarsi e prendere il sole.

San Vito Riserva dello Zingaro San Vito Lo Capo - Riserva dello Zingaro

Inoltre, è ricca l’offerta di appuntamenti culturali e ricreativi, che soddisfano, allo stesso tempo, il bisogno di relax e di divertimento del singolo e della famiglia.

Fra tutti gli eventi e le manifestazioni, grandissimo rilievo ha assunto il Cous Cous Fest:

si celebra a fine settembre e che valorizza il cous cous  secondo le tradizioni culinarie dei vari Paesi.

San Vito Lo Capo – Origini e leggenda

Si narra che, nel 300 d.C., Vito, figlio di un importante patrizio romano si convertì al Cristianesimo.

A causa delle persecuzioni dell’imperatore Diocleziano, da Mazara fuggì per mare insieme alla nutrice Crescenzia.

Giunto nei pressi di Monte Erice, cominciò a professare la fede cristiana alla popolazione del posto.

Al dato storico si aggiunge la leggenda:

gli abitanti del posto non vollero ascoltare la loro professione di fede e allontanarono gli stranieri visitatori.

A causa di tale rifiuto, l’antica città venne sommersa da una grande e inaspettata frana.

Ancora oggi è possibile osservare un’ampia zona franosa, contrada Valanga, a cui viene collegato il mito.

In tale luogo fu costruita, nel 1500 d.C., una piccola cappella dedicata a Santa Crescenzia.

Tuttavia, a distanza di anni, grazie ai miracoli che San Vito e Santa Crescenzia, molti abitanti si convertirono al Cristianesimo.

Il Santuario costruito in onore di San Vito divenne così luogo di grande devozione per molti pellegrini.

Nel 700, intorno al Santuario, furono costruite le prime abitazioni che hanno portato allo sviluppo dell’odierna San Vito Lo Capo.

Torna a LE SPIAGGE PIU’ BELLE DELLA SICILIA